Salvemini: “Miglioriamo la Regionale 8, Lecce sfregiata”

Regionale 8

La Regionale 8 si farà. E su questo ormai non ci sono più dubbi. Ma almeno la si faccia mitigando l’impatto importante che avrà sul territorio. Perchè questo, è fuor di dubbio, ci sarà nei 16 km di asfalto sui 59 ettari di suolo consumato.

Anche nella città di Lecce. Carlo Salvemini capogruppo di Lecce Bene Comune, non intende soprassedere su ciò che – dice – per la stanchezza di un infinito iter burocratico, rischia di essere approvato così com’è. Per questo è pronta una mozione che, portando a conoscenza la cittadinanza del fatto che il progetto impatterà violentemente anche sul territorio di Lecce, intende modificare il progetto in modo da alleviare i danni.

E lo spiega munendosi di slides che mostrano chiaramente il prima e il dopo se tutto resterà così com’è. “Le quattro corsie che spaccano a metà la campagna, le due rotatorie che ruotano sul nulla – spiega Salvemini mostrando la strada Fondone e ancora nella parte di progetto che esula dalla Regionale 8 ma relativa ad alcuni interventi chiesti dal Comune, ci sarebbero altre due rotatorie superflue e una strada che allargandosi di diversi metri sfregierà le strade che la Provincia stessa reputa di interesse paesaggistico. Lecce deve proporre le sue modifiche – insiste Salvemini – al pari degli altri Comuni, come concordato da Regione e Comuni di Lizzanello, Vernole e Melendugno”.

Anche perchè il progetto nato dalla giunta di Salvatore Fitto è stato, ormai superato dalla Tangenziale Est. E questo non può non essere considerato. La mozione approderà in Consiglio comunale dove si cercherà il consenso della maggioranza.