Palazzo Carafa: passa il Bilancio consuntivo 2012, ma è scontro in aula

palazzo carafa

LECCE  –  Passa a maggioranza il Bilancio consuntivo 2012, non senza scontro in assise comunale. Sulla relazione dell’assessore al Bilancio, Attilio Monosi, arrivano le critiche da parte dell’opposizione. In particolare il capogruppo di Lecce Bene Comune, Carlo Salvemini, ha accusato l’Amministrazione di non aver saputo gestire la spending review imposta dal governo centrale, in particolare sul capitolo rifiuti.

Quei 2 milioni di euro di tagli nel settore, ha messo in ginocchio le aziende con possibili ripercussioni sulla gestione del personale. Su queste affermazioni, il sindaco, Paolo Perrone, ha preso la parola accusando il consigliere di essere il solito tifoso del dissesto e di fomentare i netturbini alla rivolta.

Salvemini, dal canto suo, ha sottolineato che il tanto annunciato dissesto ha radici profonde nelle precedenti consiliature, in particolare in quella della Poli, dove Perrone era il vice.

Alla fine della schermaglia in assise sui conti a rischio, sulle minori entrate derivanti da manovre del governo centrale e sull’incertezza sulla riscossione IMU, le opposizioni hanno offerto la propria collaborazione nella revisione della gestione delle spese a Palazzo. Una richiesta caduta nel vuoto.