Abusivismo a Sbitri, sequestrato capannone

polizia municipale

BRINDISI  –  Nella mattinata di oggi la Polizia Municipale di Brindisi ha eseguito l’ennesimo sequestro penale lungo la costa a nord di Brindisi.  L’operazione ha consentito di individuare una “struttura in legno estesa oltre 70 mq con copertura fissa formata da 5 campate e ulteriore copertura fatta di lamiera metallica componenti delineanti 3 vani ben delimitati”.

Le strutture sono state erette sull’arenile a circa 3 metri dalla linea di battigia ed ai piedi della naturale falesia nella zona di ‘Acque Chiare’ , ben occultata dalle rigogliose essenze arboree ovvero dall’essere posta in basso rispetto al piano stradale e vicino alla nota spiaggia libera posta frontalmente all’altrettanto nota località ‘Sbitri’  in via di bonifica da parte della Amministrazione comunale. 

La squadra edilizia del Comando dei vigili urbani, verificata la collocazione in mappa del rustico preesistente grazie all’intervento di personale comunale tecnico, ha proceduto all’immediato sequestro penale dei manufatti apponendovi i sigilli.

Il proprietario del manufatto, un 48 anni del posto, è stato denunciato alle autorità competenti.