Lecce, Tesoro: “Deluso da tutti. Capisco i tifosi, ma non condivido il modo di contestare”

savino tesoro

LECCE  –  La prima scossa di Gustinetti, la seconda dei tifosi, le punture del presidente Tesoro. Il nuovo allenatore giallorosso ha subito cercato di dare nuova vigoria alla squadra dopo essere stato catechizzato dal presidente Tesoro su gli ultimi episodi di cui si sono resi protagonisti i calciatori esautorando la guida tecnica della squadra.

“Nello spogliatoio sono successi episodi poco piacevoli – ha detto Savino Tesoroma ne sono venuto a conoscenza solo domenica scorsa. Gustinetti ha carta bianca: sarà lui ad assumersi la responsabilità di far giocare questi giocatori”.

Il presidente del Lecce esprime tutta la sua delusione per come si è chiusa la stagione regolare. “Sono deluso da tutti – ha affermato il presidente dell’US Lecce –  i calciatori sono tutti responsabili, chi più, chi meno”.

Delusione, tanta, anche nella tifoseria. Durante la cena voluta dal presidente con la squadra e lo staff tecnico un gruppo di tifosi ha avuto un incontro ravvicinato con i calciatori. “Pazzesco: eravamo a cena – racconta Tesoro – e si è presentato un gruppo di tifosi arrabbiatissimi con la squadra. Non sanno quanto lo sono io. Li capisco, ma non condivido il modo di contestare. Perchè non vengono allo stadio?”.

Si dice però convinto dell’esito dei play off. “Sono straconvinto che vinceremo i play off”.

E ripensa a quelli che erano gli scenari un anno fa quando stava per materializzarsi il passaggio di proprietà. “Io ero interessato ad acquistare il Lecce in serie B – conclude Tesoro -. Sarebbe stato molto più facile puntare alla serie A. Invece finora ho solo pagato, ma c’è una società sana. Se dovessimo restare in C rimarrò, ma azzererei tutto, se me lo permetteranno”.