Caso Ilva, in manette il presidente della Provincia di Taranto ed altri tre

QuattroStelle

TARANTO  –  Nuovo terremoto giudiziario  si è abbattuto all alba su taranto: Il presidente della Provincia di Taranto, Giovanni Florido, è stato arrestato dalla Guardia di Finanza nell’ambito dell’inchiesta su presunti favori all’Ilva denominata ‘Ambiente svenduto’.

L’accusa è di concussione in relazione alla gestione da parte dell’Ilva della discarica Mater Gratiae.

Insieme a Florido sono stati eseguiti altri tre arresti. Si tratta dell’ex Assessore provinciale di Taranto all’Ambiente, Michele Conserva, dell’ex Dirigente dell’Ilva, Girolamo Archinà, e dell’ex Segretario della Provincia di Taranto, Vincenzo Specchia.

Quest’ultimo ha beneficiato dei domiciliari. Anche Conserva è stato trasferito in carcere mentre ad Archinà l’ordinanza di custodia cautelare è stata notificata nella stessa casa circondariale dove l’ex dirigente Ilva è detenuto da alcuni mesi. i quattro. Le ipotesi di reato contestate dalla Procura ionica nell’ambito dell’inchiesta ‘Ambiente svenduto’ vanno dalla concussione per induzione alla tentata concussione per costrizione.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*