Tentata estorsione ad agenzia di pompe funebri, 3 arresti a Copertino

Fabio Frisenda-Marco Sederino-Mirko Pagano
 COPERTINO (LE)   –    Tentata estorsione all’agenzia funebre, scattano le manette. Si è conclusa con tre arresti, l’indagine avviata a Copertino dai Carabinieri della locale Tenenza, agli ordini del Luogotenente Salvatore Giannuzzi, insieme ai colleghi della Compagnia di Gallipoli, agli ordini del Cap. Michele Maselli, dopo la denuncia da parte della vittima, titolare di un’agenzia di pompe funebri del posto.Tutto si è consumato in un paio di settimane: la richiesta estorsiva, la denuncia e infine, gli arresti.

In manette sono finiti due giovani di Copertino, Mirko Pagano e Fabio Frisenda, 29 e 32 anni ed un terzo di Porto Cesareo, Marco Sederino 29enne anche lui. Tutti già noti alle forze dell’ordine.

Ad incastrare i tre complici, sono state le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza installate all’esterno dell’agenzia. La scena è chiara: Marco Sederino è immortalato proprio nel momento in cui recapita una lettera il cui contenuto non lascia adito ad alcuni dubbio. Poche righe per chiedere al commerciante il pagamento di 2.500 €. A completare la richiesta, nei giorni successivi ci sarebbero state anche diverse telefonate, sempre rivolte al titolare dell’agenzia, per sollecitare il pagamento.

Poi si sarebbero susseguiti diversi incontri, fra i tre giovani e la loro vittima, anche questi documentati da immagini ed intercettazioni telefoniche.

Per i militari non è stato difficile, quindi, chiudere il cerchio e procedere con gli arresti. L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal GIP del Tribunale di Lecce, Giovanni Gallo.