Notte di roghi, in fiamme auto dell’ex Sindaco di Salice

auto incendiate

 SALICE SALENTINA (LE)   –    I danni sono notevoli, ma da un primo sopralluogo sembra essere poco credibile l’ipotesi di un incendio doloso, piuttosto prende quota quella di un incendio dovuto a cause accidentali

È notte fonda  a Salice Salentino, quando due auto parcheggiate in via Tenente Maritati, all’altezza del civico 7, prendono fuoco all’improvviso.

La prima vettura ad essere avvolta dalle fiamme è la Golf di proprietà dell’Avv. Donato De Mitri, ex Sindaco di Salice. Il rogo divampa in pochi secondi, il tempo sufficiente per divorare la carrozzeria e a poco a poco, anche gli interni. Poi le lingue di fuoco raggiungono e coinvolgono una Fiat Punto parcheggiata nelle vicinanze, di proprietà di una donna.

Anche il prospetto dell’abitazione è lambito dalle fiamme che hanno causato danni e disagi. Oltre ai Vigili del Fuoco, sul posto è stato necessario l’intervento degli operai dell’ENEL che hanno provveduto a mettere in sicurezza l’impianto elettrico esterno per evitare che la situazione degenerasse.

E’ stato lo stesso ex primo cittadino a fugare ogni dubbio, affermando che la sua auto poche ore prima aveva avuto problemi all’impianto elettrico, tuttavia i Carabinieri hanno comunque avviato le indagini.

Di natura diversa, invece, sembra essere l’incendio che, sempre nelle scorse ore, ha distrutto la Fiat Uno di Giuseppe Campa, pensionato 74enne di Nardò. La sua auto, rubata poco prima dal centro neretino, è stata recuperata ormai ridotta ad un ammasso di lamiere carbonizzate, nelle campagne di Boncore. Sull’episodio indagano i Carabinieri.

E’ stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco che, a distanza di poche ore, sono intervenuti a Galatina per un altro incendio di auto, registrato in via Milano.