Tragedia all’alba sulla Otranto-Porto Badisco, muore 23enne

Fabrizio D'Alba

OTRANTO  (LE)   –  Sembra aver fatto tutto da solo, una distrazione, un colpo di sonno e poi lo schianto. Fabrizio D’Alba è morto a soli 23 anni a pochi passi da casa, sulla litoranea che collega Otranto a Porto Badisco e che costeggia il mare.

Era ancora buio, quando il ragazzo ha perso il controllo del suo scooterone Yamaha ed è precipitato al suolo battendo la testa. Un urto che lo ha fatto morire sul colpo, che non ha lasciato il tempo ai soccorritori di arrivare e di tentare almeno di mantenerlo in vita sino all’arrivo in Ospedale.

Fabrizio D’Alma era già morto quando i pochi automobilisti che a quell’ora, pochi minuti dopo le 5 del mattino, si sono trovati a passare hanno visto sull’asfalto lo scooter e il suo corpo poco più in là.

Il caso ha voluto che su quella strada poco dopo si trovasse a passare proprio il padre del giovane, di ritorno dal mercato ortofrutticolo di Lecce. La scena che si è trovato davanti è stata terribile.

La ricostruzione fatta dagli agenti della Polstrada di Maglie ha accertato che il ragazzo ha fatto tutto da solo, non sembra ci siano altri veicoli coinvolti.

Fabrizio D’Alba aveva lasciato da poco la casa della sua ragazza e come ogni mattina presto stava raggiungendo l’azienda agricola di famiglia, dove lavorava insieme ai genitori e che si trova proprio a pochi metri dal luogo dell’incidente.