Niente contributi ai dipendenti, chiuse le indagini su Cazzato

Tribunale Penale - LE

LECCE   –  Omesso versamento dei contributi previdenziali. Questa l’accusa che la Procura ha ipotizzato nei confronti di Fabio Cazzato, l’imprenditore leccese titolare delle emittenti televisive ‘Canale 8’ e ‘Megacom’. Il PM Paola Guglielmi  – che ha ereditato il fascicolo dal collega Giovanni De Palmaha appena chiuso le indagini nei suoi confronti. Gli accertamenti, condotti dalla sezione di Polizia Giudiziaria della Guardia di Finanza di Lecce, avrebbero accertato il mancato versamento dei contributi all’INPGI per oltre 93.000 €, in favore dei cinque giornalisti, compreso il direttore, che hanno lavorato nella redazione leccese dal 2007 fino al 2012; e dei contributi all’ENPALSEnte Nazionale di Previdenza e di Assistenza per i Lavoratori dello Spettacolo e dello Sport Professionisticoper oltre 105.000 €, in favore di tutti gli altri dipendenti: tre cameraman, un regista e due segretari.

Ora l’indagato ha 20 gg. per chiedere di essere interrogato e presentare eventuali memorie difensive, prima che la Procura decida se richiederne o meno il rinvio a giudizio.