Usura? Dissequestrati i beni di Trisolino

tribunale

LECCE  –  Il Tribunale del Riesame ha dissequestrato il patrimonio del valore di circa 10 milioni di euro di Alberto Trisolino, 76enne di Taviano, accusato di usura nell’ambito di un’inchiesta condotta dal PM Giuseppe Capoccia.

I suoi legali, gli Avvocati Luigi Covella e Francesco Zompì, hanno dimostrato che non vi sarebbe alcuna sproporzione tra il patrimonio suo, della moglie, dei figli e quanto da loro dichiarato.

A dare il via alle indagini gli esposti di quattro imprenditori di Gallipoli e di Taviano che hanno raccontato di aver ricevuto prestiti di denaro sui quali sarebbero stati applicati tassi di interesse fra il 60 e il 212%.

Le motivazioni della decisione sono attese nei prossimi giorni.