Bancarotta milionaria, Adelchi Sergio a processo

Adelchi

LECCE  –  Una bancarotta fraudolenta da milioni e milioni di euro. Cifre che a vederle fanno venire il mal di testa soprattutto se si pensa ai tanti lavoratori della Nuova Adelchi spa che sono stati licenziati nel gennaio scorso.

La nuova batosta per Adelchi Sergio, il Patron dell’omonimo Calzaturificio tricasino, è arrivata nelle scorse ore. Accusato di bancarotta fraudolenta e false comunicazioni sociali, è stato rinviato a giudizio dal Giudice dell’Udienza Preliminare Alcide Maritati.

La vicenda riguarda la società che è in concordato preventivo dal luglio del 2010.

Secondo l’accusa, formulata dal Sostituto Procuratore Giovanni de Palma, sostituito in udienza dal PM Francesca Miglietta, il noto imprenditore, assistito dall’Avvocato Giulio De Simone, avrebbe occultato, dissimulato, distrutto e dissipato oltre 25 milioni di euro di rimanenze di magazzino, rispetto alle giacenze iniziali del gennaio 2008, e oltre 28 milioni di euro rispetto a quelle del gennaio 2009.

Somme a tre e 6 zeri sarebbero state poi utilizzate per finanziare le società satellite dell’azienda: la KNK, la SKY e la Servizi Tecnici Aziendali, le stesse per cui l’imprenditore nell’ambito di un altro filone d’indagine, è accusato di truffa. Il tutto sarebbe stato messo a punto, tenendo scorrettamente le scritture contabili, in modo da impedire ogni verifica.

Non solo. Sergio è accusato anche di false comunicazioni sociali perchè, in qualità di Amministratore della Nuova Adelchi, avrebbe falsificato i bilanci relativi al 2008 e 2009, al fine di conseguire ingiusti profitti grazie all’occultamento dello stato di insolvenza dell’azienda.

Fin qui le accuse. Il processo si aprirà il prossimo 7 ottobre davanti alla II Sezione penale del Tribunale di Lecce.