Scomparsi a Campi, a una svolta le ricerche dei corpi

Luca Greco - Massimiliano Marino

CAMPI SALENTINA (LE)  –  Le ricerche dei due amici di Campi salentina e San Donaci scomparsi dal 10 marzo scorso non si sono mai interrotte, ma nelle ultime ore sembra che la svolta nelle indagini sia vicina.

Segnalazioni precise e rivelazioni importanti hanno portato gli inquirenti a circoscrivere un luogo preciso dove concentrare le ricerche dei corpi di Luca Greco e Massimiliano Marino.

Dal primo pomeriggio una villa circondata da un alto muro di cinta, protetta da un cancello sbarrato, è stata setacciata palmo a palmo al suo interno. Si trova sulla provinciale che collega Campi salentina a San Donaci, a metà tra i due Comuni di residenza dei due scomparsi che si pensa vittime di lupara bianca.

All’interno l’escavatore ha rimosso la terra per diverse ore, al momento pero senza esito.

A coordinare tutte le operazioni il Magistrato di turno Giuseppe Capoccia, a cui è affidata l’inchiesta sulla scomparsa dei due, i Carabinieri della Compagnia di Campi salentina, quelli del Reparto Operativo e del Nucleo Investigativo e la Scientifica.

Si cercano due corpi sepolti sotto terra, nelle vicinanze della struttura che sorge all’interno del recinto. Ore di ricerche che proseguiranno sino a quando non si troverà qualche traccia dei due. Per questo sono state setacciate anche le campagne che circondano tutta la struttura.

Per la scomparsa di Greco e di Marino sono attualmente iscritti nel registro degli indagati, Luciano Liuzzi e Giovina Vitale, brindisini e la leccese Alessandra Bruni.