Accompagnamento in arrivo: il piccolo Mattia vince una grande battaglia

mamma Roberta

CALIMERA (LE)  –  Questo appello, lanciato da mamma Roberta il 2 marzo scorso, non è finito nel vuoto. I nostri microfoni hanno fatto da cassa di risonanza per la storia del piccolo Mattia, finito su testate e tv nazionali.

Ora è ufficiale: “E’ stato deciso il ripristino dell’indennità di accompagnamento spettante al minore”.

Con queste semplici parole splende una luce nuova in casa Mazzotta, a Calimera. La famiglia del piccolo Mattia potrà di nuovo contare sull’accompagnamento, dunque su un contributo mensile di circa 480 € con il quale garantire la copertura minima delle cure e delle necessità del bambino, nato con una malformazione alla gambina.

tutore Mattia

Il verbale con cui la notizia è diventata ufficiale è arrivato.

Vi abbiamo presentato Mattia 3 mesi fa. Entrò a far parte di Cuore Amico Progetto Salento Solidarietà quando era ancora nella pancia della mamma. Una mamma coraggiosissima, che si è rivolta a TeleRama per dar voce a quella che per lei era una vera ingiustizia.

Mattia deve indossare un tutore per 14 ore al giorno e fa continui viaggi della speranza, molto costosi per la sua famiglia. Fino a novembre scorso potevano contare sull’accompagnamento, poi è arrivato un cambiamento: l’accompagnamento sarebbe stato sostituito dall’indennità di frequenza. Meno della metà del denaro e solo nei mesi in cui il bimbo frequenterà la scuola. Un taglio al budget familiare di non poco conto. Una decisione inspiegabile, giacchè le diagnosi fatte dalle Commissioni mediche erano pressochè identiche.

Noi interpellammo la ASL. Il Dott. Farì ci assicurò che, insieme all’INPS, avrebbe rivisto il caso. E così è stato: l’INPS ha richiamato Mattia che, il 22 aprile scorso, è stato visitato di nuovo. Ed ora è arrivata, tramite raccomandata, la comunicazione contenente l’esito positivo: per il bambino sarà ripristinato l’accompagnamento.

Questo piccolo uomo ha vinto una grande battaglia.