Pubblicità elettorale anche in asilo, a Surbo insorgono le mamme

manifesti Surbo   .

SURBO (LE)  –  Mamme in rivolta a Surbo. Un cartello elettorale in una ludoteca della città manda su tutte le furie chi, accompagnando i più piccoli in un luogo che dovrebbe essere didattico e ricreativo, si ritrova uno spot elettorale.

I candidati a Sindaco sono 5: Centrodestra spaccato con Giuseppe Maroccia e Fabio Vincenti, Lauretana Paladini, Martina Gentile per il Centrosinistra, Giovanni Barba per il Movimento 5 Stelle e Massimo Pareo.

Candidati che, pancia a terra, rastrellano voti e attaccano manifesti e a vedere le foto, nessuno spazio viene lasciato libero.

Così anche la ludoteca diventa una valida vetrina per “una presenza costante” come recita lo slogan di Fabio Vincenti, uno dei candidati a Sindaco. “Gli eccessi e la follia della campagna elettorale – scrivono le mamme – esagerano coinvolgendo anche coloro che avrebbero il diritto di rimanere sereni. Proprio in questi giorni sono comparsi di notte manifesti elettorali su recinzioni di scuole elementari private e pubbliche. Speculare a approfittare di bimbi dimostra lo spessore di determinate situazioni. Noi mamma siamo nauseate”.

La protesta è solo all’inizio.