Due incidenti gravi in poche ore, muore un 15enne e grave un 23enne

incidente sulla Campi salentina-S.Donaci 1

Una banale caduta con lo scooter ed il suo sorriso si è spento per sempre. 15 anni compiuti da poco ed una vita tutta da vivere, ma per Cristian Bove, un giovane studente di Matino, il destino aveva altro in serbo. Tutto è successo in una manciata di secondi: la caduta, i soccorsi, la folle corsa in Ospedale a sirene spiegate, l’intervento dei medici del Pronto Soccorso che hanno potuto fare ben poco. Era solo in sella alla sua Vespa, percorreva via Caserta, quando all’improvviso ha perso il controllo finendo rovinosamente sull’asfalto. Le ferite riportate nella schianto non hanno lasciato scampo al ragazzino il cui cuore ha cessato di battere una volta giunto al ‘Ferrari’ di Casarano.

Probabilmente non indossava il casco di protezione. I rilievi sono stati eseguiti dai Carabinieri che hanno raggiunto la zona dopo la segnalazione da parte di alcuni passanti. Le condizioni del ragazzino sono apparse subito preoccupanti.

Un’ambulanza del 118 lo ha trasportato in codice rosso sino al vicino Ospedale di Casarano ma qui, purtroppo, è deceduto poco dopo l’arrivo. I Carabinieri stanno cercando di ricostruire la dinamica dei fatti, grazie anche all’aiuto di qualche testimone. Escluso il coinvolgimento di altre persone, resta in piedi l’unica ipotesi plausibile: quella di una tragica fatalità.

E un altro incidente è stato registrato, sempre nel pomeriggio, in provincia di Lecce. Un impatto frontale sulla Campi-San Donaci. Il bilancio dello scontro avvenuto fra due auto, è di un ferito grave. Diego Giuffrida, operaio 23enne originario di Brindisi, è ricoverato in prognosi riservata al ‘Fazzi’ di Lecce. 

Il giovane era alla guida di una Ford Fiesta che, per cause ancora in fase di accertamento da parte dei Carabinieri, si è scontrata frontalmente con una Opel Corsa. Alla guida di quest’ultima vi era una ragazza. Anche lei è stata condotta in Ospedale, ma le sue condizioni non destano preoccupazione.

[portfolio_slideshow]

 

Foto di Stefano De Tommasi