Sanità, PM Bari al Riesame: “Tedesco va arrestato”. L’imputato: “Fiducioso”

Alberto Tedesco

BARI  –  Sull’attualità delle esigenze cautelari a carico dell’ex Senatore Alberto Tedesco, si basa l’appello proposto dalla Procura di Bari contro la revoca dell’arresto. Davanti ai Giudici del Tribunale di Riesame, il Procuratore Aggiunto Lino Giorgio Bruno, titolare del fascicolo sulla presunta malagestione della sanità in Puglia tra il 2005 e il 2009, quando Tedesco era Assessore regionale alla Salute, ha spiegato le ragioni per cui nelle scorse settimane ha impugnato il provvedimento con cui il 27 marzo il GIP ha revocato i domiciliari a Tedesco.

Il Riesame si è riservato di decidere sulla nuova richiesta d’arresto. I difensori di Tedesco hanno contestato la tesi dell’accusa sostenendo che in questi anni è mutato l’intero sistema di gestione della sanità regionale e che l’ex Senatore ne è completamente fuori.

“Sono fiducioso sull’equilibrio della giustizia”, ha detto Tedesco lasciando il Tribunale. L’ex Senatore del PD  – poi passato nel Gruppo Misto – era stato arrestato il 15 marzo quando, con la decadenza dell’immunità parlamentare di cui godeva, si era visto notificare a casa due ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari.