Il Lecce vince e torna in vetta

Chevanton

LECCE  –    Il Lecce torna in vetta, il Trapani non è più da solo. Se i giallorossi riescono ad avere la meglio contro il Sud Tirol, non fa lo stesso il Trapani fermato a Bergamo dall’Albinoleffe. Le due squadre sono appaiate in testa con i siciliani che possono vantare il vantaggio della differenza reti.

Partita non semplice per la squadra di Toma costretta ad inseguire grazie al vantaggio dei padroni di casa.

Toma apporta due modifiche alla formazione di domenica scorsa: Esposito al posto dell’infortunato Martinez e Chiricò per Falco, anche lui infortunato. In panchina c’è Chevanton che risulterà decisivo.

La squadra altoatesina trova la discesa al 9′, quando usufruisce di un calcio di rigore. Al 9’ Giacomazzi perde palla, dal versante destro parte un cross per Maritato toccato da Di Maio. Per l’arbitro è rigore trasformato da Bassoli che trasforma. Si interrompe così l’imbattibilità di Benassi, il quale aveva subito l’ultimo gol proprio in occasione della sfida contro il Trapani al ‘Via del Mare’.

Il Lecce mantiene la concentrazione, la squadra di Toma dimostra una certa praticità, attenta a non buttare il pallone. Così i giallorossi giungono al pari: Iacoponi gestisce male un lancio dalle retrovie e favorisce Memushaj che scodella in mezzo per l’accorrente Chiricò, il cui sinistro al volo è vincente: 1-1.

Al 16’ Chiricò guadagna un calcio di punizione che lo stesso attaccante batte impegnando il portiere altoatesino. La replica dei padroni di casa con Turchetta (17’) che supera in velocità un avversario ma il cross è sotto porta. Molto attivo Chiricò sulla destra: al 21’ il cross dell’esterno giallorosso non è sfruttato al meglio da Memushaj. Buon momento però dei giallorossi (25’).

In avvio di secondo tempo, al 3’, il Lecce sfiora il vantaggio: iniziativa di Chiricò sulla destra, pallone in mezzo dove Jeda è in leggero ritardo.

All’8’ il sinistro di Turchetta impegna Benassi. La partita si spegne un po’, la notizia del vantaggio del Trapani è arrivata anche al ‘Druso’ di Bolzano.

Al 32’ Toma richiama Chiricò per Chevanton: l’uruguaiano è subito decisivo e sul tiro di De Rose respinto dal portiere avversario si avventa Chevanton che gonfia la rete mentre i padroni di casa protestano per la presunta posizione irregolare dell’uruguaiano.

Finisce 2-1 per il Lecce, con i giocatori giallorossi che festeggiano la vittoria e il primo posto ritrovato davanti a tantissimi sostenitori salentini.