Eolico a Cellino, Iurlaro: “Vendola si sturi le orecchie e ascolti il territorio”

eolico

Brindisi – “Dire sì al maxi progetto attualmente al vaglio in Regione, vuol dire uccidere, per soffocamento, la vera vocazione di un intero territorio, le cui ragioni vanno tutelate e difese, in ogni opportuna sede e con ogni iniziativa possibile”.

A dichiararlo, è il senatore del Pdl Pietro Iurlaro, che si affianca al sindaco di Cellino San Marco Francesco Cascione e al presidente del consorzio Dop del Salice Salentino Angelo Maci in una battaglia che contrappone ad un maxi progetto di un parco eolico tra le campagne di Cellino, attualmente al vaglio della Regione,  con la vocazione agricola dell’area.

“Quello delle società energetiche è un vero e proprio assalto, l’ennesimo dopo quello del fotovoltaico, che deve essere respinto con forza. Ancora una volta, spiega Iurlaro,  mi ritrovo quindi a puntare il dito contro le barbarie attuate dalle politiche agricole vendoliane, costellate da una rapsodia autorizzativa miope e irrispettosa. Se dalla incauta diffusione di pannelli fotovoltaici tra i vigneti abbiamo imparato qualcosa, occorre che ora la Regione, chiamata a valutare in sede di Via il progetto della Re  Wind, stappi le orecchie e ascolti le ragioni di chi, in questi anni, ha investito con successo in un’area che è, e deve restare, a esclusiva vocazione agricola.