Assobalneari: “A Porto Cesareo Amministrazione rilassata, appello al Prefetto”

Porto Cesareo

PORTO CESAREO (LE)   –   Sulla vicenda dei lidi balneari che in questi giorni sta tenendo banco a Porto Cesareo, è intervenuta l’associazione Assobalneari sottolineando come gran parte degli stabilimenti balneari della zona rischiano di non poter aprire nel corso della stagione balneare oramai alle porte.

Una situazione, dicono dall’associazione, che oltre ad essere  un pessimo biglietto da visita per il Salento, rappresenta una sconfitta in primis, per il Comune di Porto Cesareo  che negli anni passati ha sempre avuto un atteggiamento che, per eleganza espressiva, può essere definito  “estremamente rilassato”.

Alla fine, nella situazione attuale, gli unici che pagano le conseguenze sono sempre gli imprenditori che, nella totale buona fede, hanno confidato su situazioni consolidate, facendo affidamento sulla buona fede ingenerata dalla quella stessa Amministrazione comunale che ora si riscopre “non più rilassata”.

Pertanto, Assobalneari Salento provvederà a richiedere a Sua Eccellenza il Prefetto di Lecce una espressa deroga, valevole solo per la stagione balneare in corso, per permettere alle imprese balneari di operare ugualmente sul territorio di Porto Cesareo, con l’impegno espresso di provvedere a dotarsi di tutta la documentazione necessaria al rispetto di quel principio di legalità innanzi detto che rappresenta la base di partenza di qualsiasi concertazione di categoria.