Voto di scambio a Porto Cesareo, picchiato un testimone

Torre Lapillo

TORRE LAPILLO  (LE)   –   A Torre Lapillo è stato picchiato un testimone nell’inchiesta sul presunto voto di scambio a Porto Cesareo. Si tratta di un giovane cittadino che ha ricevuto schiaffi e pugni mentre era per strada.

Stando al racconto dei testimoni, l’aggressore  – un uomo conosciuto in paese – alla vista della vittima, lo avrebbe raggiunto e picchiato.

La vittima è uno dei testimoni che hanno innescato le indagini sul presunto voto di scambio alle ultime amministrative. Gli indagati per la vicenda sono 7, tra i quali il Sindaco Salvatore Albano, l’Assessore Luigi Baldi ed il Consigliere di maggioranza Giuseppe Durante.

L’inchiesta è partita proprio dalle testimonianze di alcuni cittadini che hanno denunciato di aver ricevuto dai politici promesse di denaro e di posti di lavoro in cambio del voto alle comunali. Le indagini si sono poi intrecciate con un altro filone sull’abusivismo edilizio, che ha portato al sequestro di due stabilimenti balneari.

Il cittadino aggredito per strada non ha ancora presentato una denuncia-querela, ma i Carabinieri indagano perchè non è escluso che il reato sia di “intimidazione con percosse nei confronti di un testimone in un procedimento penale” aperto. In quel caso procederebbero d’ufficio.