Lavori stradali col ‘trucco’,nei guai 4 ex impiegati del Comune

Guardia di Finanza

FASANO (BR)  –  Lavori eseguiti con materiale scadente o non eseguiti per niente, per una frode alle casse dell’erario che ammonterebbe a 150.000 €. A finire nei guai, 4 ex dipendenti del Comune di Fasano.

La Guardia di Finanza ha infatti scoperto, durante un controllo sugli appalti pubblici, che i lavori di manutenzione relativi alle strade della zone collinare e quelle comunali esterne presentano diverse difformità da quelli appaltati nel progetto di manutenzione straordinaria varato nel 2008, quando furono stanziati ben 500.000 € per la loro esecuzione.

Scavando nei particolari, più di quanto avrebbero fatto gli operai con le strade, si evince che circa un terzo dei lavori non sono stati eseguiti, visto che alcune strade della Selva di Fasano e Laureto non sono state nemmeno toccate, mentre in altri frangenti è stato constatato l’utilizzo di materiali di scarsa qualità per la manutenzione delle opere.

I quattro tecnici comunali, che all’epoca ricoprivano l’incarico di direzione dei lavori, sono stati denunciati per frode nelle pubbliche forniture. Come se non bastasse, i funzionari sono stati segnalati alla Corte dei Conti per danno erariale di 150.000 €, poichè, nonostante sia stato accertato l’utilizzo di tutta la somma destinata ai lavori, solo 350mila, in realtà, sono stati impiegati.

La Procura di Brindisi ora sta vagliando la posizione dei quatto che, secondog li inquirenti, avrebbero ‘operato’  in combutta con due rappresentanti legali delle società appaltatrici dei lavori. La palla, ora, passa alla Procura.