Il ‘baliatico’ tarda ancora, le mamme aspettano il contributo

Palazzo Carafa

LECCE  –  Tornano a farsi sentire le mamme leccesi in attesa del cosiddetto ‘baliatico’, il contributo che il Comune elargisce ogni tre mesi ai bambini riconosciuti dalla sola madre. Chiedono il perchè del nuovo ritardo nel pagamento. La somma – di circa 570 € a trimestre – avrebbe dovuto essere corrisposta il 31 marzo, ma a quanto pare l’erogazione avverrà non prima di maggio.

Dopo le discussioni sulle modifiche alla delibera che regolamenta l’accesso al contributo – era stata annunciata dal Comune, ma poi non è stata attuata, l’intenzione di riformularla con requisiti più severi per garantire la trasparenza e l’accesso alle somme a tutti coloro che ne hanno realmente bisogno – gli uffici preposti hanno effettuato le necessarie verifichedel permanere dei requisiti nello stato degli aventi diritto.

Ad oggi le mamme aspettano il contributo dell’ultimo trimestre gennaio, febbario, marzo e, telefonando agli uffici delle politiche sociali che hanno sede a Villa Citti, non è stata data loro alcuna informazione.

La rassicurazione arriva invece dal vicesindaco ed Assessore al ramo Carmen Tessitore: “Stiamo provvedendo ad inviare i mandati in ragioneria“, dice. I ritardi sono dovuti ai soliti problemi di liquidità, le casse sono bloccate e la tessitore si augura che entro 15 giorni le somme possano essere erogate.

Le mamme attendono, perchè il baliatico è un contributo che, seppur minimo, è un supporto per le ragazze madri che allevano i figli da sole.