Bufera Università: ascoltata la dirigente De Giorgi sulla nomina di Miccolis

Università del Salento

LECCE  –   E’ andato avanti per circa due ore, il nuovo ascolto dell’attuale Direttrice Generale dell’Università del Salento Claudia De Giorgi. Davanti al Sostituto Paola Guglielmi che con il Procuratore Cataldo Motta, si sta occupando dell’inchiesta sull’Università del Salento, e agli ufficiali di Polizia Ggiudiziaria, che stanno conducendo le indagini, ha spiegato tutte la procedura con cui si arriva alla nomina di Direttore Generale e Direttore Amministrativo.

Gli investigatori vogliono capire come si è fatto ad arrivare alla nomina di Emilio Miccolis. L’accusa che gli inquirenti ora ipotizzano nei suoi confronti è quella di tentata concussione, nell’ambito di un fascicolo avviato sulla scorta degli esposti, corredati da una serie di registrazioni, che i due sindacalisti Manfredi De Pascalis e Tiziano Margiotta hanno presentato paventando presunte pressioni subìte dall’indagato.

Intanto, è stata avviata l’acquisizione della ulteriore documentazione, necessaria per chiudere il cerchio attorno alle nomine esterne conferite negli ultimi 6 anni dall’Ateneo salentino.

Come vengono effettuate queste nomine?

Gli ufficiali di PG stanno recuperando tutte le carte che andranno a confluire nel fascicolo in cui viene ipotizzata, allo stato contro ignoti, l’accusa di abuso d’ufficio.

Prosegue anche la consulenza affidata al Conservatore del registro delle imprese della Camera di Commercio Angelo Vincenti, che ha già ricostruito l’organigramma di tutte le società riconducibili al Rettore Domenico Laforgia, e ai suoi familiari: il figlio e la moglie.

Gli investigatori vogliono scongiurare il rischio di un possibile conflitto tra gli interessi privati e quelli pubblici del Magnifico.

Un tema di cui già ‘L’Indiano’, la trasmissione di approfondimento di TeleRama, si è occupato.

Gli accertamenti sono in corso.