‘Terrone’ è un’ingiuria razzista che va condannata

Giovanni D'Agata

LECCE  –  Dare del ‘terrone’ può comportare una condanna per ingiuria aggravata dal razzismo. Lo dice una sentenza del Tribunale di Varese, che ha condannato un uomo non solo a pagare  una multa, ma anche a risarcire i danni alla parte offesa per un importo di 4.000 €.

E tanto se l’insulto ha “finalità di discriminazione” sulle origini meridionali della persona.

Il caso è scaturito da una banale lite per motivi vicinato e lo rende noto Giovanni D’Agata dello Sportello dei Diritti.