Edipower, inizia la terza settimana di protesta

protesta Edipower

BRINDISI   –   Inizia la terza settimana di protesta in cima al nastro della Centrale Edipower. Gli operai della ditta Sogesa continuano la loro battaglia, in attesa di novità sul futuro occupazionale. Le ‘Mamme col passeggino rosso’, associazione nata per la difesa del territorio brindisino, si rivolgeranno al Sindaco Mimmo Consales, sollecitandolo a firmare un’ordinanza che obblighi la società A2A allo smantellamento dei due gruppi non funzionanti dell’impianto brindisino.

“Il Sindaco può intervenire – spiegano le mamme brindisine – ordinando lo smantellamento immediato e la bonifica delle due aree della Centrale, ormai spente da tempo (e per di più cariche di arsenico e amianto)”.

Non solo parole, dunque, a di bonifica”, spiega Ornella Tarullo.

Sarebbe un modo semplice per creare occupazione, migliorare la zona industriale e non creare disagi a intere famiglie che vivono settimane d’angoscia. Quelle famiglie che attendono il ritorno dei loro cari, di chi è rimasto lassù, aggrappato a quel nastro e non perde la forza e il coraggio di lottare, nonostante tutto.

“Un altro giorno è passato lento – scrive su Facebook uno dei quattro operai – un pò piu (triste) forse perchè sentivamo intorno a noi un silenzio ‘tombale’ o per il forte vento che fa tentennare le vecchie lamiere di una centrale mal ridotta, che però non vuole mollare. Noi per il lavoro, per la dignità, lei perchè non vuol morire e a suo modo vuole aiutarci”.