San Donaci 2013, spunta il terzo candidato. Consultazioni nel PDL

municipio san donaci

SAN DONACI (BR)   –   Per un centro dove, per via del numero di abitanti, non è neppure previsto il ballottaggio, il terzo candidato ufficiale alla poltrona di primo cittadino di San Donaci è una notizia nella notizia. Mentre sul fronte PDL tutto resta fermo, con il nome del solo Paolo Taurino, fondatore del Movimento 0831, dato tra i papabili per la corsa, ecco che il neonato Movimento Liberi e Forti presenta il suo Sindaco.

Si tratta di Marco Pecoraro, geometra e figura pescata dalla società civile, noto in paese per la sua attività nel mondo del volontariato e vicino al Movimento 5 Stelle. Una candidatura, verrebbe da dire, di protesta.

Protesta verso i partiti, secondo Pecoraro, spaccati e frantumati in gruppi coagulati intorno ai vari personalismi. Una frecciatina, sembrerebbe, al PD del Sindaco uscente Domenico Serìo, che dovrà sudarsi una riconferma osteggiata da quella parte di democratici che fa riferimento ad Antonella Vincenti. Domenico Fina, invece, sarà il candidato per il neonato movimento per ridisegnare il futuro di San Donaci.

Sponda PDL, l’unico vero aspirante alla poltrona di sindaco è, come si è detto, Paolo Taurino. Eppure, l’ufficialità di una sua candidatura è tutt’altro che scontata. Il PDL brindisino ha nominato l’ex Consigliere provinciale Italo Guadalupi Commissario speciale, con il compito di dare vita ad un giro di consultazioni tra le varie anime che compongono il partito. Per questo, al di là delle voci, la sensazione è che, al momento, tutto sia stato azzerato.

E che il nome del cavallo da corso del centrodestra, forse supportato anche dagli esponenti del centro che fa capo ad Antonio Panettella, dirigente di Noi Centro, sarà individuato a margine di un percorso e un progetto di condivisione.