Il Lecce resta blindato. Dubbi in difesa per la sfida con la Reggiana

lecce calcio

LECCE   –   2 punti di vantaggio in classifica a poche giornate dal termine del campionato, non sono un margine di sicurezza tale da far dormire sonni tranquilli al Trapani. Il Lecce lo sa bene e continua in virtù del pareggio maturato nel posticipo tra Sud Tirol e Trapani, a far sentire il fiato sul collo dei siciliani.

La corsa a due per la promozione diretta è tutt’altro che sfumata, restano in piedi le stesse probabilità che c’erano alla vigilia del turno di riposo osservato dai giallorossi domenica scorsa. 5 gare al termine di una stagione che ha disegnato scenari per certi versi rocamboleschi e con i giochi sempre aperti grazie ai rullini altalenanti della squadre che attualmente dettano legge in campionato. Domenica il Lecce affronterà la prima delle 5 partite in programma nel rush finale che si preannuncia sempre più  thrilling.

La squadra di Toma farà visita alla Reggiana, formazione sulla soglia di galleggiamento dellla zona rossa e in lotta per non retrocedere. Un testa coda classico per un finale di stagione con motivazioni diametralmente opposte a spingere le formazioni alla conquista del bottino pieno.

Il Lecce resta blindato, allenamenti a porte chiuse per Mister Toma che evidentemente dopo i momenti di tensione registrati negli utlimi giorni tra i giocatori, intende ovattare la squadra e cercare la giusta serenità e concentrazione lontano da sguardi indiscreti. Ma non mancano i problemi per il tecnico magliese nel preparare la gara di domenica.

Potrebbe saltare la sfida del Brianteo di Monza, il difensore Stefano Ferrario alle prese con una fastidiosa tonsillite accompagnata da uno stato febbricitante.

Il centrale giallorosso tra i più positivi dopo il tormentato mese di gennaio in cui sembrava essere destinato a lasciare il salento, è rimasto fermo in via precauzionale. L’assetto difensivo dunque avrà bisogno di qualche variazione nelle scelte di Toma.

Ma se in casa Lecce si registra la defezione Ferrario, anche in casa Reggiana le cose non vanno meglio. Mister Zauli dovrà rinunciare a ben tre giocatori fermati dalla mano del giudice sportivo.

L’attaccante Bonvissuto, i centrocampisti Sprocati e Antonelli non prenderanno parte alla sfida di domenica contro i giallorossi.

Partita dunque importante, appuntamento da non fallire per la squadra di Toma che oltre a fare il suo compito guarderà con attenzione anche alla sfida tra Trapani e Pavia. Siciliani e salentini costretti a non sbagliare più e a confidare in qualche reciproco mezzo passo falso.