Da Squinzano a Montesano, inizia la corsa per i nuovi Sindaci

seggio elettorale

Sebbene i tempi siano ridotti, la presentazione delle liste scade il 27 aprile, nei 12 Comuni al voto in provincia di Lecce, i giochi sono ancora tutti aperti. Si lavora, si dialoga e ci si incontra per definire nomi e liste. Nessuno dei campanili supera i 15.000 abitanti, quindi sarà una partita relativamente semplice, dove il candidato Sindaco avrà una sola lista collegata e per questo si prospetta la carica delle civiche, in cui confluiranno nomi provenienti da partiti o movimenti.

I Comuni che vengono maggiormente seguiti e che pesano nella geografia degli equilibri politici sono : Monteroni di Lecce, Squinzano e Surbo. Rinnovano le proprie amministrazioni anche Alezio, Giurdignano, Montesano Salentino, Salve, San Donato, Sannicola, Santa Cesarea Terme, Spongano e Vernole.

Il Centrosinistra governa in 3 Comuni: Alezio, Montesano e Sannicola. Il restodella torta è in mano al Centrodestra.

Fra questi l’unico comune ad essere commissariato è Squinzano, dove la situazione politica è alquanto ingarbugliata. Gianni Marra, Sindaco prima del commissariamento, ha lavorato per la sua ricandidatura fino alla decisione di fare un passo indietro e sostenere, candidandosi al Consiglio comunale, Virgilio Vacca, candidato Sindaco d’area Centrosinistra. Marra è Consigliere provinciale ufficialment eancora del gruppo PDL e questa scelta farà discutere molto nel partito, schierato con Miccoli.

A Surbo, il Centrodestra correrebbe spaccato con diverse civiche dichiaratamente d’area. Giuseppe Maroccia ha ufficializzato la sua lista, anche l’Assessore uscente Fabio Vincenti scalda i motori.

Ci sarebbe l’incognita Filomena D’Antini, l’Assessore provinciale alle Pari Opportunità starebbe accarezzando l’idea di presentarsi per la fascia tricolore.

A Monteroni il Sindaco uscente, Lino Guido, potrebbe ricandidarsi, il Centrodestra anche qui spaccato con Antonio Madaro e Anna Maria Longo, ex FLI, a dar fastidio. Ma anche il movimento cinque stelle potrebbe presentare un suo nome.

A Santa Cesarea Terme, invece, il Centrodestra sarebbe orientato ariconfermare il Sindaco uscente, Daniele Cretì. Il Centrosinistra ancora in altomare, alle prese con i problemi legati alla guida del PD provinciale. Il fatto che non si sia ancora scelto un traghettatore dopo le dimissioni del neo On. Salvatore Capone, mette molti dirigenti sul territorio nelle condizioni di non poter dialogare con altri partiti e movimenti, complicando ancor di più la costruzione di liste e scelta di candidati. Anche l’UDC starebbe vagliando l’ipotesi di presentare dei propri candidati, ma anche di appoggiare nomi di altri partiti.