Punta Grossa, la Cassazione accoglie il ricorso della proprietà

LECCE   –    I sigilli per il momento rimangono, ma per il villaggio Punta Grossa di Porto Cesareo la partita si riapre e torna ad essere rigiocata di fronte al Tribunale del Riesame. È l’effetto della decisione della Cassazione, che ha accolto il ricorso presentato dai difensori del proprietario Fernando Iaconisi, Prof. Giulio De Simone e Prof. Saverio Sticchi Damiani.

Era stato il Riesame, infatti, a non accogliere la loro richiesta di dissequestro. E questo ha dato la stura al ricorso in Cssazione, che non ha condiviso quella scelta rimandando indietro la decisione sui sigilli,che adesso torna in ballo. Il tutto perchè, nel frattempo, il Comune di Porto Cesareo ha adottato il nuovo Piano Regolatore che ha stabilito che in quell’area potesse sorgere non solo un centro residenziale, ma anche un centro turistico-alberghiero.

Non è un dettaglio. Anzi, la vicenda giuridica è tutta lì.

Quel complesso di case per la procura aveva tipizzazione solo residenziale non anche turistica. È stata trasformata abusivamente anche in struttura alberghiera. E la lottizzazione abusiva a scopo edilizio, inoltre, sarebbe avvenuta su aree protette da vincoli ambientali e paesaggistici, senza le necessarie autorizzazioni ambientali. Il Consiglio comunale di Porto Cesareo dell’epoca,in realtà, avrebbe approvato una variante urbanistica al Piano Regolatore Generale, attribuendo ai terreni in questione, ad uso agricolo, specifica destinazione turistico-alberghiera.

Su quei terreni, però, sono state realizzate prevalentemente abitazioni per le vacanze cedute attraverso una complessa operazione di riorganizzazione societaria, non essendo stato possibile procedere a una formale compravendita di beni, a causa degli innumerevoli illeciti che sarebbero stati commessi.

L’approvazione del nuovo Piano Regolatore, però, entrato in vigore il 27 luglio scorso, rimescola le carte e tipizza effettivamente quella zona come turistico-residenziale. È questo nuovo fatto sopravvenuto a dover essere valutato di nuovo anche dal Riesame. Di fronte al quale arriva con una tara che ha un proprio peso specifico: la Cassazione, infatti, ha insistito proprio su questo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*