Morte sospetta a Casarano, ipotesi ‘mucca pazza’

ospedale casarano

CASARANO (LE) –  La notizia è di quelle in grado di destare non poche preoccupazioni. C’è un caso di morte sospetta all’Ospedale ‘Ferrari’ di Casarano. Una morte sospetta che sarebbe riconducibile al morbo comunemente noto come quello della ‘mucca pazza’.

La vittima è una donna di Ruffano di 65 anni di età.

Della questione è stata allertata anche l’Assessore regionale alla Sanità, Elena Gentile, ma si aspetta ancora l’ufficializzazione da parte della ASL.

Si precisa – ed è bene sottolinearlo – che non ci sarebbero al momento conseguenze sulla salute pubblica e che il morbo non è nè infettivo, nè epidemico. La morte, infatti, sarebbe stata causata dalla mutazione di un gene all’interno dell’organismo della donna. Quale sia stata la causa non è dato sapere. Questa malattia neurodegenerativa rara ha un periodo di incubazione molto lungo, tra i 15 e i 20 anni e colpisce 1 persona su un milione di abitanti, specie nell’età tra i 55 e i 65 anni.

Vale la pena di ricordare che giusto qualche giorno fa, il 25 marzo scorso, un’altra morte sospetta per la sindrome di Jackob, come più correttamente è chiamata, si è avuta al ‘Perrino’ di Brindisi, su un paziente di 70 anni, nel cui referto è stata annotata una variante della patologia che anni addietro creò un vero allarme in Italia e nel resto d’Europa. Nel 2001 il Ministero della Sanità intervenne per vietare la vendita delle parti del bovino che interessano la colonna vertebrale e i gangli, il cervello e le ‘frattaglie’.

Se il decesso di oggi a Casarano sia collegabile a quella vicenda è ancora presto per dirlo.