Mega colpo in gioielleria, picchiato il proprietario

gioielli

MAGLIE   (LE)  –  Hanno agito in pieno centro, all’orario di apertura, sorprendendo l’anziano titolare che, solo per aver reagito, è stato picchiato brutalmente con un bastone di legno ed è finito in ospedale. Rapina violenta a Maglie, ai danni della gioielleria ‘Toma’, in via Trento e Trieste.

Il negozio sorge proprio accanto al Comune.

Eppure, nonostante si trovi proprio nel centro cittadino, nessuno si è accorto di nulla fino a quando la stessa vittima, Benito Toma, 77enne del posto, non è riuscito a chiamare i soccorsi.

I malviventi, tre in tutto, hanno evidentemente studiato il piano a tavolino.

Per poter accedere ai locali presi di mira, hanno scavato un buco attraverso una cantina limitrofa.

Dopo aver ultimato il foro, hanno atteso, sin dal primo mattino, l’arrivo del titolare che, una volta disattivato il sistema d’allarme, si è visto aggredire dai tre complici. Tutti col volto travisato, armati di pistola.

Vani i suoi tentativi di allontanarli. Per tutta risposta i suoi aggressori lo hanno picchiato e, puntandogli una pistola contro, lo hanno costretto ad aprire la cassaforte.

In pochi minuti hanno fatto razzìa di gioielli, orologi, argenteria, insomma di tutto ciò che vi era custodito. Un bottino stimato intorno ai 400.000 €.

Senza perdere tempo sono fuggiti via dallo stesso foro da cui erano entrati, imboccando una stradina laterale dove forse, ad attenderli, vi era un quarto complice.

I primi a raggiungere il posto sono stati i Carabinieri della locale Compagnia che, diretti dal Ten Rolando Giusti, hanno avviato immediatamente le indagini.

Purtroppo non sono molti gli elementi nelle mani degli investigatori. Il sistema di videosorveglianza non era attivo al momento della rapina. Ora si attende l’esito dei rilievi della scientifica.

E’ la terza rapina che il gioielliere subisce nel giro di alcuni anni. Sicuramente la più cruenta oltre che la più redditizia per i banditi.