Maxi sequestro nel giorno di Pasqua, 450 chili di marijuana a Casalabate

sequestro GdF

CASALABATE (LE)   –    Sbarcati sulla spiaggia di Casalabate nel giorno di Pasqua, destinati al mercato salentino, pronti per essere venduti al dettaglio. I 450 chili di marijuana arrivati sulla costa a nord di Lecce a bordo di uno scafo sono stati, però, intercettati e sequestrati dai baschi verdi della Guardia di Finanza di Lecce dopo l’avvistamento di uno scafo alla deriva da parte di un elicottero che sorvolava la zona.

Immessi sul mercato, secondo i calcoli, avrebbero fruttato non meno di 3 milioni di euro.

Un carico importante quindi, che qualcuno attendeva sulla costa, ma a cui ha dovuto rinunciare per una serie di circostanze che hanno fatto saltare il piano. L’arrivo dell’elicottero probabilmente, che ha sorpreso i due trafficanti già sulla spiaggia, mentre cercavano di nascondere i borsoni tra la vegetazione.

Impossibile portarsi dietro i 16 pesanti sacchi, così i due scafisti sono stati costretti a fuggire lasciandoli lì. Le pattuglie da terra nel frattempo arrivate sul posto hanno avviato le ricerche ma la rigogliosa vegetazione ha coperto la loro fuga.

La droga però è stata recuperata: 384 panetti di varie dimensioni, dentro marijuana di ottima qualità. A finire sotto sequestro anche un gommone di 7 metri da 150 cavalli ancora in mare con il motore acceso, pronto a riprendere il largo.

Ora sono partire le indagini per capire da dove arrivasse e soprattutto a chi fosse destinata.

Un maxi sequestro nel giorno Pasqua, una coincidenza se si pensa che proprio la notte di Natale i Finanzieri avevano sequestrato altri 400 chili, sbarcati un po’ più a sud, sulla costa delle Cesine.