Molotov contro la vittima, condannato egiziano

tribunale

LECCE  –  E’ stato condannato a 9 mesi per un presunto tentato omicidio derubricato in lesioni, Yaya Eisa, 26enne di origini egiziane, assistito dagli Avvocati Alessandro Costantini e Alexia Pinto. I fatti si sono verificati nell’aprile dello scorso anno.

L’imputato avrebbe scagliato contro la sua presunta vittima un ordigno rudimentale, urlandogli contro “ti ammazzo”, fino a far propagare il fuoco sui suoi indumenti ed evitando il peggio grazie al pronto intervento del giovane stesso che sarebbe riuscito a spegnere le fiamme.