Truffa alle assicurazioni con falsi incidenti: prescrizione per 65

Tribunale di Brindisi

BRINDISI   –     Si è concluso con una sentenza di non luogo a procedere per prescrizione in favore di 65 imputati, oltre che con due condanne e due assoluzioni, un processo in corso a Brindisi per truffa alle compagnie assicurative con incidenti falsi.

Si tratta di fatti oggetto di un’inchiesta, avviata nel 2003 e condotta dalla Polstrada, nel corso della quale furono anche emessi provvedimenti restrittivi.

Ad essere coinvolti furono carrozzieri, commercianti, casalinghe e studenti brindisini che avrebbero preso parte, alcuni a loro insaputa secondo quanto è poi emerso nel corso del dibattimento, a finti sinistri stradali per ricevere gli indennizzi.

Sono stati condannati a 4 anni di reclusione e al pagamento di una multa pari a 2.000 € Gabriele Palma, 39 anni di Brindisi e Tiziana Rini, 49 anni, brindisina d’origine residente a Perugia.

Ad essere danneggiati, secondo l’accusa, erano la Llyoid Adriatico e la RAS.