Patteggia 8 mesi l’autista ‘fannullone’

toga

LECCE  –    Ha patteggiato 8 mesi di reclusione davanti al Giudice dell’Udienza Preliminare Simona Panzera, Bruno Venneri, 56 anni, autista del pulmino di Sanarica, finito ai domiciliari con le accuse di truffa e peculato, per aver utilizzato il mezzo per sbrigare faccende personali come se nulla fosse, durante le ore lavorative.

L’arresto fu eseguito dai Carabinieri della Compagnia di Maglie. L’ordinanza di custodia cautelare per i domiciliari a Venneri fu emessa dal GIP del Tribunale di Lecce Vincenzo Brancato. 

Il patteggiamento è stato concordato con il Sostituto Procuratore Antonio Negro.

Venneri è assistito dall’Avvocato Vincenzo Blandolino.