Cemento in riva al mare, allarme a Ostuni

QuattroStelle

OSTUNI (BR)  –    Una nuova colata di cemento da oltre 133.000 metri cubi con centinaia di edifici e strade per un nuovo villaggio che andrà ad occupare uno dei pochi tratti incontaminati della costa ostunese. Il Movimento 5 Stelle della ‘città bianca’ lancia l’allarme e invita i Consiglieri comunali a frenare lo scempio in Contrada ‘Mogale’.

Si tratta di un’avventata autorizzazione rilasciata anni fa che scade il prossimo giugno, spiegano gli attivisti, e che oggi il Consiglio comunale può fermare. L’argomento verrà infatti discusso martedì a Palazzo di Città.

L’appello, concludono dal Movimento, non è rivolto solo ai rappresentanti istituzionali ma anche e soprattutto, ai cittadini ostunesi, affinchè facciano pressione sui Consiglieri, al fine di salvaguardare una delle ultime parti della marina, ad oggi risparmiata dallo scempio della cementificazione selvaggia.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*