Caso marò, le critiche del COCER: “Quanti errori del governo!”

Massimiliano Latorre e Salvatore Girone

TARANTO   –   Amarezza dal COCER, il sindacato militare, sulla vicenda dei due marò Salvatore Girone e Massimiliano Latorre. Sugli ultimi sviluppi è intervenuto il Delegato del COCER Maresciallo della Marina Militare Antonello Ciavarelli che attacca lo Stato italiano: “Il Governo Italiano continua a commettere errori evidenti.

 Nonostante abbia ordinato l’invio dei colleghi in quelle aree senza stipulare accordi bilaterali con gli stati rivieraschi, ha ordinato il loro ingresso ed il loro sbarco in territorio indiano.

Infine li rimanda in India, credendo che il Governo New Delhi, pressato da problemi interni sociali e politici, possa prendersi l’impegno di far escludere la pena capitale durante il giudizio, senza modificare le proprie leggi.

Comportamenti – quelli del Governo Monti, sempre secondo Ciavarelli – che stanno mettendo in forte agitazione e disagio i militari non solo sulle navi e nelle basi, ma anche negli istituti di formazione.

Ecco perchè – conclude –  condivido quanto espresso dal Capo di Stato maggiore della Difesa: la vicenda sta assumendo le caratteristiche di una farsa! Peccato che a pagare le conseguenze di tanti errori, alla fine sono solo i nostri due amici e colleghi”.