Marò in India, la Farnesina: “Non rischiano la pena di morte”

TARANTO   –    I due marò, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone partiti ieri da Brindisi alla volta del continente asiatico non rischiano la pena di morte. Il governo di New Delhi ha fornito all’Italia una “assicurazione scritta ufficiale del Ministero degli Esteri a nome del governo indiano”.

A riferirlo la Farnesina per voce del Sottosegretario agli Esteri, Staffan De Mistura.

Da quanto è dato sapere i due marò saranno giudicati da un  Tribunale ad hoc poi sconteranno la pena in Italia.

A nuova Delhi saranno ospiti dell’Ambasciata italiana dove svolgeranno lavori d’ufficio e saranno liberi di uscire.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*