Intascavano le bollette, sequestrata agenzia di Nardò

Guardia di Finanza

NARDO’ (LE) –   Soldi trattenuti all’insaputa dei clienti. In 28 mesi sarebbero stati intascati fino a 30mila euro. Parte dalla Sicilia una maxi operazione, coordinata dalla Guardia di Finanza di Palermo, tesa a stroncare una truffa ai danni dei contribuenti, denominata ‘Lost Pay’.

Vittime del raggiro i clienti delle Poste private che hanno scoperto la truffa dopo i tagli, per morosità, di luce, acqua, gas, ecc.

In tutta Italia sono state sequestrate 72 agenzie prive di autorizzazione, una anche in via Celso a Nardò.

Dalle indagini è emerso che la agenzie avrebbero effettuato  i servizi di pagamento in maniera totalmente abusiva, in quanto, sebbene fossero in possesso dei contratti di franchising con i rispettivi network di riferimento e dell’autorizzazione ministeriale per la prestazione di servizi postali, non avrebbero avuto le autorizzazioni prescritte dalla legge per poter effettuare i servizi di pagamento.

I titolari di due importanti network sono stati denunciati per truffa, appropriazione indebita e abusiva attività di prestazione di servizi di pagamento.