Squadra in silenzio, settimana calda per Toma

Savino Tesoro

LECCE  –     Il pareggio esterno con il Portogruaro ha lasciato l’amaro in bocca, era inevitabile dal momento che qualsiasi risultato che non sia la vittoria finisce con il complicare il rush finale della squadra di Toma. La promozione diretta in Serie B, primo vero obiettivo della società, rischia di colpo di perdere certezze.

Il Lecce pareggia e il Trapani vince, disegnando un nuovo capovolgimento in vetta alla classifica.

Un andamento a singhiozzo quello di Giacomazzi e compagni, per certi verso inaspettato, che semina delusione e non solo tra i tifosi. Anche il Presidente Savino Tesoro a fine gara domenica scorsa a caldo non si è risparmiato dal muovere qualche critica verso i suoi.

“Non è possibile fare esperimenti tattici sul finire del Campionato, aveva detto il numero uno della società di via Templari, chiaro il riferimento al Tecnico Toma, ma le sue esternazioni hanno riguardato anche diversi giocatori finiti sul banco degli imputati.

Ora però in una settimana decisamente calda e carica di tensione, settimana che traghetta la squadra al confronto casalingo con il Pavia nell’anticipo di sabato sera, la società cerca riparo in un silenzio stampa dal’altri tempi. Segnale evidente che la squadra ha bisogno di serenità e probabilmente anche di guardarsi in faccia e recitare un esame di coscienza.

Una squadra come quella del Lecce non può non essere intelligente da non comprendere per tempo come orientare una gara. Dopo la gara con il Pavia, altro appuntamento che chiama i giallorossi alla vittoria senza se e senza ma, per non perdere ulteriore terreno nei confronti del Trapani guardandosi alle spalle da un minaccioso Sud Tirol, il Lecce osserverà due turni di riposo. In uno di questi sarà spettatore dello scontro diretto Trapani – Sud Tirol.

Nel frattempo però Toma è tornato al lavoro, seduta mattutina a porte chiuse presso l’impianto di Calimera e seduta pomeridiana aperta a tutti nel pomeriggio al ‘Via del Mare’. In settimana il Tecnico conta di recuperare Chevanton che dovrebbe smaltire il fastidio al polpaccio accusato nelle ultime settimane; il recupero dell’uruguaiano potrebbe risolvere qualche grattacapo nelle scelte del reparto offensivo affidato al momento solo Jeda, nelle vesti di unico attaccante di ruolo.