Amministrative, a Carovigno si ‘divide’ Fratelli d’Italia

Fratelli d'Italia - simbolo

CAROVIGNO (BR)   –   Nessun simbolo, nessun appoggio quantomeno ufficiale. Nelle elezioni amministrative previste a Carovigno per la fine di maggio, il simbolo Fratelli d’Italia non comparirà tra i simboli delle liste che appoggiano la candidatura a Sindaco dell’ex Deputato UDC Cosimo Mele.

A dispetto di quanto annunciato in un primo momento, il partito che in provincia di Brindisi, trova il suo punto di riferimento nel Senatore uscente del PDL Michele Saccomanno non sarà,quindi, della partita.

Eppure in appoggio a Mele, supportato da liste civiche, sono già scesi in campo ufficialmente esponenti di spicco di Fratelli d’Italia. Su tutti, l’ex Sindaco e Consigliere provinciale Angelo Lanzillotti.

A motivare quella che sembra un’anomalia, è proprio lo stesso Saccomanno, contattato telefonicamente.

L’altra faccia della medaglia. Quando il PDL scioglierà il nodo sulla candidatura, altri tesserati di Fratelli d’Italia potranno scegliere, liberamente e in coscienza, di appoggiare l’ideale erede di Vittorio Zizza, Sindaco uscente e neo Senatore.

Da un punto di vista politico, la situazione nel Centrodestra potrebbe portare però, ad una sorta di guerra fratricida. Da una parte Mele, dall’altra l’erede di Zizza. Quindi, sul fronte PD, l’ufficialità della candidatura del Segretario provinciale Corrado Tarantino. A Carovigno, peraltro, è probabile il ballottaggio. Spesso foriero di sorprese e colpi di scena.