Inchiesta Primarie: interrogatori in Procura, scontri in politica

tribunale brindisi

BRINDISI   –    Si apre una settimana di interrogatori in  Procura a Brindisi nell’ambito dell’inchiesta sulle Primarie del Centrosinistra, coordinata dal Procuratore Aggiunto Nicolangelo Ghizzardi e affidata alla DIGOS, sulla scorta dell’esposto presentato dal candidato di SEL, Franco Colizzi.

Dopo gli iscritti e i simpatizzanti, gli inquirenti ascolteranno i non eletti di SEL e PD.

Tra questi Antonella Vincenti che, nelle scorse ore, ha criticato il meccanismo delle Primarie, lamentando presunte irregolarità nel voto del 30 dicembre e accusando il Partito Democratico di aver favorito la candidatura alla Camera della neo deputata Elisa Mariano.

“La Vincenti confonde la questione penale con vicende di carattere politico”, commenta il Segretario provinciale del PD, Corrado Tarantino, che definisce scorretto l’atteggiamento dell’ex Vice Sindaco di San Donaci. “Un conto è la denuncia formale presentata da Colizzi, un altro è il suo ragionamento – prosegue -. Se la candidata avesse avuto in mano prove concrete –  conclude Tarantino – avrebbe dovuto rivolgersi alla Procura immediatamente”.

Ma al di là dei dubbi del singolo, il Segretario difende la macchina delle Primarie del Centrosinistra e i volontari di Italia Bene Comune, confidando nel lavoro della Magistratura.

Il reato ipotizzato dalla Procura di Brindisi, lo ricordiamo, è falsità in scrittura privata. Le indagini serviranno a stabilire quanto accaduto nei seggi incriminati.