Strage al ‘Morvillo’, parla la titolare del chiosco: “Sembrava un film”. Ancora assente Parato

Cosimo Parato

BRINDISI  –    L’audizione di Cosimo Parato slitta per la terza volta consecutiva: nella decima udienza del processo a carico di Giovanni Vantaggiato,  l’unica testimonianza è quella di Alessandra Parisi, proprietaria del chiosco ‘Il panino dei desideri’.

 “Sembrava un film”, è l’espressione usata dalla donna per raccontare ciò che i suoi occhi videro la mattina del19 maggio vicino all’Istituto ‘Morvillo Falcone’ di Brindisi. La teste ricostruisce nell’aula di Tribunale i minuti successivi alla telefonata della Polizia che l’allertò dell’accaduto, soffermandosi su un particolare agghiacciante: “Mi sono avvicinata al chiosco e guardando per terra ho notato dei pezzi di carne”.

Proprio lì, lo ricordiamo, il reo confesso della strage Giovanni Vantaggiato, era stato ripreso dalle telecamere della paninoteca mentre innescava l’esplosione delle bombole di GPL attraverso un telecomando. Da qui la disposizione del sequestro dell’attività commerciale, rimasta chiusa per qualche giorno e  che, stando alle dichiarazioni della titolare, ha subìto danni per circa 7.000 €: piastrelle rotte, vetri in frantumi, griglie lesionate.

“Da allora la mia vita è cambiata – aggiunge Alessandra Parisi – ho vissuto settimane di stress, con la paura che qualcuno potesse avercela con me e ora gli affari non vanno tanto bene”.

Ancora buio, invece, nell’ambito del secondo filone del  processo, relativo all’attentato di Torre Santa Susanna, in cui rimase ferito l‘ex socio in affari di Vantaggiato: l’esame diCosimo Parato salta ancora una volta, a causa delle sue gravi condizioni di salute.L’impedimento, come specificato nel certificato medico presentato in aula dall’Avvocato Raffaele Missere, avrà una durata di 10 giorni.

Per questo il Presidente della Corte d’Assise, Domenico Cucchiara, ha fissato laprossima udienza per il 28 marzo, nella speranza di poter ascoltare il testimone. In caso contrario si procederà a un’audizione a domicilio, con modalità da concordare successivamente. Inoltre, fra 10 giorni verranno rese pubbliche le trascrizioni delle intercettazioni ambientali di Vantaggiato, affidate dalla Corte al perito Angela D’Angelo.