La bufera PD travolge Vendola. Emiliano al suo fianco

Nichi Vendola - Michele Emiliano

BARI  –   La bufera PD travolge Vendola, ma Michele Emiliano si schiera al suo fianco. Le parole del Presidente regionale dei Democratici sono destinate a  far esplodere nuovamente la polemica interna nel corso di una riunione fissata con molta probabilità domani.

PD in subbuglio. L’ufficializzazione della nuova giunta di Vendola, i Democratici che gli dichiarano guerra, Blasi chiede ai suoi di sospendere le deleghe fino ad avvenuto chiarimento. Il Governatore sbotta e replica: “O così o vado via”, Emiliano che, a tarda sera, prende le difese di Vendola e scopre le carte.

Il Coordinatore regionale del MIR, Paolo Pagliaro posta il suo commento: “Vendola è il solito arrogante e dispettoso, appena qualcuno contesta una sua decisione, si prende il suo pallone e minaccia di andar via… e dai, su ragazzacci del PD, lasciatelo andare per favore”.

In quel di Bari in molti, prima del tweet rivelatore, si chiedevano chi avesse trattato personalmente con il Governatore di Puglia senza coinvolgere il partito. La risposta arriva a tarda sera. Emiliano cinguetta: “Vendola è il Presidente e la legge dice che gli Assessori li sceglie lui. Liberi di non accettare i nominati”.

Una sorta di incoraggiamento ad andare avanti e libertà a chi è stato nominato di fare un passo indietro. Ma c’è di più, Emiliano spinge spudoratamente per Antonio Decaro in giunta, “l’uomo capace di sbloccare i cantieri”, scrive dando di fatto una pedata all’ex Assessore e compagno di partito, Fabiano Amati.

Ma è lo stesso Assessore alla Mobilità del Comune di Bari, eletto in Parlamento, a prendere tempo: “Ho ottenuto la fiducia dei cittadini per rappresentarli in Parlamento”, scrive su Facebook annunciando quel passo indietro che verrebbe ufficializzato dopo il confronto con il partito. Ma a spingere per Decaro in giunta a Bari ci sarebbe il salentino Fritz Massa, primo dei non eletti alla Camera dei Deputati, pronto a scattare se il barese dovesse decidere di accettare la nomina nella giunta di Vendola. Ancora poche ore e in quel di via Re David, si consumerà l’ennesima resa dei conti interna.