Amici scomparsi: trovata la loro auto

carabinieri

GUAGNANO (LE)    –   E’ stata trovata, completamente carbonizzata, nelle campagne fra Guagnano e Squinzano, l’auto con cui domenica scorsa, si erano allontanati dalle loro abitazioni senza farvi più ritorno, Luca Greco e Massimiliano Marino, 37 e 34 anni, di Campi il primo, di San Donaci il secondo.

Una scoperta inquietante, fatta dai Carabinieri della Compagnia di Campi, impegnati nelle ricerche avviate proprio per chiarire il mistero di questa doppia scomparsa, subito dopo la denuncia da parte dei familiari.

Della Lancia Lybra blu, con cui Marino sabato pomeriggio, intorno alle 17.00, era passato a prendere l’amico per un giro verso Surbo, resta un ammasso di lamiere carbonizzate.

Sul posto sono intervenuti anche gli uomini della Scientifica, impegnati in tutti i rilievi necessari per raccogliere quanti più elementi possibili ai fini investigativi.

Esclusa, al momento, la presenza dei due amici all’interno dell’abitacolo, motivo per il quale le ricerche sono state estese nelle immediate vicinanze dell’auto.

La Lybra si trova in mezzo alle campagne, a pochi chilometri da un bivio sulla Squinzano-Guagnano. Ben visibili, sul cofano anteriore, 5 fori dovuti ad altrettanti colpi di pistola che però, secondo gli inquirenti risalgono ad un’epoca precedente, trattandosi di auto di seconda mano. Escluso, al momento, ogni possibile collegamento con il caso degli scomparsi.

Ora resta da capire da quanto tempo l’auto si trovi lì. E soprattutto il destino dei due uomini. Alla luce di questa allarmante scoperta, cresce la preoccupazione per le loro sorti.

La prima ipotesi presa in considerazione, ossia quella di un allontanamento volontario, comunque già debole in partenza, a questo punto si sgonfia completamente.

Resta da capire cosa possa esserci sotto, considerando anche il fatto che sia Marino che Greco, con piccoli precedenti contro  il patrimonio, non sarebbero comunque ritenuti vicini ad ambienti criminali di un certo spessore. Le indagini proseguono.