Sarah, Avvocato del Comune: “Ivano gigante del depistaggio”

Sarah Scazzi

TARANTO  –    Punta il dito contro la coppia  Sabrina-Ivano, il legale del Comune di Avetrana, Pasquale Corleto, nel  processo  in Corte d’Assise  per il delitto di Sarah Scazzi. Ma  più di tutti parla del testimone  Ivano Russo, “insieme ad altri, gigante del turpiloquio, del falso e del depistaggio”.

”Questi testimoni, parlano fuori dall’aula, magari nelle interviste, ma quando devono dire qualcosa di concreto, si rifugiano dietro i ‘non ricordo'”.

Poi rincara la dosa: “Sarah  è stata usata in un gioco sadico”.

Quindi l’Avvocato Corleto sottolineato che “Michele Misseri non è un delinquente”. E’ un personaggio che “fa tenerezza”, poichè “è combattuto”.

Infine, ha evidenziato che “se ad Avetrana non ci fosse stata gente sana, non  si sarebbe  potuto parlare della contestazione d’accusa di sequestro di persona”. Alla fine il legale si è associato alle richieste  di condanna  avanzate dall’accusa.

Dopo Corleto sarà la volta degli altri legali di  parte civile.