Città di Brindisi: Flora porta bene, battuto il Trani

Salvatore Ciullo

BRINDISI  –   Vittoria scaccia-crisi per il Città di Brindisi che, tra le mura amiche del ‘Fanuzzi’, ritrova dopo più di un mese la vittoria, la fiducia, soprattutto 3 punti che permettono di smuovere una classifica difficile.

Contro il Trani, i biancazzurri di Ciullo sanno di non poter sbagliare.

Sugli spalti, boom di tifosi per onorare la ‘Giornata dell’orgoglio’ brindisino. In tribuna, invece, Antonio Flora, imprenditore barese ad un passo dall’acquisizione della società.

In campo, il classico 4–3-3, orfano dello squalificato Mboup e dell’infortunato Mirabet. In difesa ci va Frasciello, Manco è preferito a Sireno al centro del campo: in attacco, solito tridente Albano, Pellecchia e Tedesco.

Di fronte, il Trani penultimo in classifica. Ma la partita fatica a decollare. Lo scossone al 26°. Lorusso colpisce il palo del Brindisi che poi nell’azione successiva, al primo tiro in porta, pass in vantaggio. Greco si invola sulla fascia e serve Tedesco che in tuffo, di testa, insacca. Il Brindisi si risveglia. Al 33°, il numero uno Musacco viene nuovamente impegnato dal tandem Greco-Tedesco.

Al 37°, Pellecchia sciupa di fronte alla porta del Trani. Al 39°, il gol che chiude i conti. Punizione dal limite e Laboragine con un destro a giro, gonfia la rete. Il risultato, a dispetto delle occasioni da ambo le parti nel 2° tempo, non cambia più. I giocatori hanno fatto il loro dovere. Ora, però, tocca alla società, attesa ad una settimana di infuocate trattative.

Commenti

  1. pierangelo scrive:

    Ma questo Flora è un barese? Mah!