Tragedie del mare: un pescatore morto ed uno disperso

Capitaneria di porto

TORRE INSERRAGLIO (LE)  –   Una battuta di pesca finita nel peggiore dei modi, con un uomo di 50 anni di Monteroni, Franco Madaro, morto in mare. È accaduto a Torre Inserraglio, marina di Nardò, in mattinata. Il suo corpo, avvistato da un cittadino a circa 500 metri dalla costa, è stato recuperato dalle motovedette della Capitaneria di porto di Gallipoli uscite in acqua appena scattato l’allarme, alle 9 del mattino.

Franco Madaro aveva raggiunto la scogliera insieme ai suoi familiari, e aveva deciso di trascorrere una giornata al mare con la sua canna da pesca. Si era appartato nel luogo adatto, poi la tragedia. L’uomo probabilmente si è sentito male ed è caduto in acqua. Le cause della morte saranno accertate nelle prossime ore, dopo l’autopsia disposta dal Magistrato: un annegamento, oppure una violenta caduta sugli scogli mentre l’uomo cercava di recuperare la canna da pesca. Sulla scogliera nel frattempo è stata trovata la sua attrezzatura e i suoi indumenti, grazie ai quali si è risaliti alla sua identità.

Tutto questo mentre a qualche miglia di distanza, sull’Adriatico, erano in corso le ricerche per un altro pescatore scomparso da casa e per il quale si teme la stessa sorte.

Giovanni Nutricato 80enne di Cerfignano, frazione di S. Cesarea Terme, con la passione della pesca è uscito di casa sabato pomeriggio alle 18 con la sua canna e la sua attrezzatura e mai più tornato.

Una notte senza notizie, la denuncia da parte della famiglia e le ricerche partite all’alba. L’area interessata è la scogliera di Otranto, località ‘La Fraula’. È questa la zona che l’80enne frequentava ed è qui che è stata trovata la sua auto, una Panda vecchio modello regolarmente chiusa la sua attrezzatura da pesca, canna, lenze ed esca.

Di lui però nessuna traccia. Sin dalla mattina sono state avviate le ricerche con i cani cerca persone del nucleo cinofilo dei Vigili del Fuoco che hanno setacciando tutta l’area circostante insieme alle pattuglie di Polizia e Carabinieri, Capitaneria e Sommozzatori. In serata le ricerche sono state sospese, riprenderanno con la luce del sole.