Della Corte si riconferma, ma i precedenti non aiutano

sindaco Della  Corte

FRANCAVILLA FONTANA (BR)   –    Mentre c’era già chi pregustava una candidatura nelle paventate Primarie del Centrodestra per l’individuazione del candidato Sindaco alle Amministrative 2014, il primo cittadino di Francavilla Fontana Vincenzo Della Corte, a sorpresa, spiazza tutti e rilancia.

“Il prossimo candidato alla poltrona di Sindaco sono e resto io”.

L’uscente che non ha mai perso, praticamente, ha affossato qualsiasi tipo di ambizione di chi, all’interno del PDL, era pronto al grande salto. Ma è davvero così? Neanche un po’, perché l’outing di Della Corte ha provocato una serie di ‘mal di pancia’ proprio all’interno della maggioranza. Dove sono in molti, almeno ufficiosamente, a non essere però convinti della bontà di una ricandidatura – la quarta – dello stimato anestesista.

Eppure, a parziale conferma delle parole di Della Corte, interviene il Coordinatore provinciale del PDL Luigi Vitali che, pur sminuendo un argomento che non è all’ordine del giorno, ritiene la dichiarazione di Della Corte assolutamente corretta. “Il Sindaco in carica è lui e ci mancherebbe non fosse disponibile – puntualizza Vitali – ad una ricandidatura, per cui ci sono tutti i presupposti”.

Discorso chiuso?  Mica tanto. Nel settembre del 2010, sempre Vitali si ritrovò ad affrontare una situazione simile, in quel di Oria. Dove il Sindaco uscente Ferretti, pronto ad una ricandidatura, venne incoronato dallo stesso Coordinatore azzurro.

Il PDL ricandida sempre i Sindaci che non demeritano. Eppure, al posto di Ferretti, alla competition partecipò Pino Carbone. Insomma, Della Corte stia attento. Che le conferme e le autoconferme troppo frettolose, in politica, di solito non portano bene.