Assalto al deposito dei Monopoli di stato, via con carico di sigarette

polizia

TARANTO   –  Colpo nella notte ai Monopoli di Stato di Taranto. Una banda di ladri ha assaltato il magazzino situato nella zona industriale di ‘Paolo VI’, portando via numerose casse di sigarette.  I malviventi, una decina circa, tutti con il volto coperto da un passamontagna, di cui due armati di pistola, hanno scavalcato la recinzione del deposito, immobilizzato il custode e hanno sfondato con un camion rubato una delle entrate del magazzino.

Poi sono entrati all’interno con un altro mezzo. Nel frattempo qualcuno ha allertato la polizia che si è precipitata sul posto. I banditi, pero, avevano escogitato tutto per fermare l’arrrivo delle forze dell’ordine. L’accesso al deposito era stato sbarrato da due lati: da una parte con delle bande chiodate, dall’altra con un muro di grossi automezzi disposti in coppia ad una distanza di circa 100 metri tra loro.

La Polizia è riuscita a raggiungre il deposito solo dopo un più lungo percorso alternativo che ha fatto guadagnare tempo ai banditi. Durante il furto, però, qualcosa è andato storto. Perchè i ladri sono fuggiti lasciando sul posto molte scatole di sigarette che erano già pronte per essere caricate.

Probabilmente l’arrivo a sirene spiegate delle auto della Polizia non ha permesso alla banda di rapinatori di caricare completamente quanto contenuto all’interno del box.  Stando ai segnali dell’allarme, il blitz dei ladri è durato non più di 10 minuti. Probabilmente la banda, composta almeno da 10 persone,  è fuggita dopo aver sentito la sirena di una volante della Polizia. Sul posto sono stati effettuati i rilievi del caso.

Dopo alcune ore il furgone, risultato oggetto di furto,  sul quale probabilmente i malviventi avevano caricato i tabacchi, veniva ritrovato sulla strada provinciale che collega Grottaglie a Villa Castelli.

Tutti i mezzi utilizzati per occupare la sede stradale sono poi risultati rubati da un autoparco poco distante dalla sede dei Monopoli di Stato. Indagini in corso da parte degli investigatori della Squadra Mobile.

Solo lunedì, quando sarà effettuato l’inventario sarà possibile capire l’entità del bottino. Gli investigatori hanno già acquisito i filmati girati dalle numerose telecamere di sicurezza che sorvegliano il capannone.